22 aprile 2015

"Fantasticherie di un Passeggiatore Solitario" di Paolo Gaudio finalmente nelle sale.

Ispirato all'ultimo scritto di Jean-Jacques Rousseau, "Le fantasticherie di un passeggiatore solitario" è un sorprendente lungometraggio di Paolo Gaudio che mescola live-action, animazione 3D e in stop-motion e che, dopo il meritato successo alla Semain du cinema fantastique di Nizza, finalmente arriva nelle sale.

Tre personaggi di tre epoche diverse vengono uniti da un sogno di libertà e da un piccolo capolavoro di letteratura. Jean Jacques Renou (Luca Lionello) è uno scrittore che vive nel 1876, in un piccolo e squallido seminterrato. Povero e vecchio inizia a scrivere Fantasticherie di un passeggiatore solitario, un romanzo di formazione che è anche un ricettario fantastico. Theo (Lorenzo Monaco) è un giovane laureando in filosofia dei nostri tempi, da sempre intrappolato tra le vicende opprimenti della propria famiglia e la sua bizzarra passione per i libri incompiuti, non ultimo quello di un certo Renou.
Totalmente rapito dal romanzo, Theo giunge all'inattesa conclusione di voler realizzare la "Fantasticheria n° 23": l'ultima "ricetta" scritta dal poeta che conduce in un luogo straordinario noto come Vacuitas. Infine, la storia di un bambino smarrito in un bosco senza tempo: il protagonista di quel libro che Renou sta scrivendo e che Theo sta leggendo con tanto trasporto.

"Fantasticherie di un passeggiatore solitario" è il primo lungometraggio del calabrese Paolo Gaudio il quale vanta già una lunga esperienza come sperimentatore di tecniche di animazione. L'ultima sua fatica è stato l'episodio "Il gatto nero" contenuto nel film horror a episodi "P.O.E. Poetry of Eerie" del 2011 dedicato ai racconti di Edgar Allan Poe.

21 aprile 2015

Il racconto dei racconti di Matteo Garrone - Il promo musicale

Con "Un bacio" di Ivan Cotroneo la Titanus torna alla produzione dopo 26 anni.

Iniziano il 27 aprile a Udine le riprese del film "UN BACIO" di Ivan Cotroneo, tratto dal suo omonimo romanzo edito da Bompiani
"UN BACIO" è un film sull’adolescenza, sulle prime volte, sulla ricerca della felicità. Ma anche sul bullismo e sull’omofobia. Sui modelli e sugli schemi che ci impediscono, e che impediscono soprattutto ai ragazzi, di essere felici, di trovare la strada della loro singola, particolare, personale felicità. 
I tre giovani protagonisti, scelti tra i 2000 ragazzi che si sono presentati ai casting, sono interpretati da Rimau Grillo Ritzberger (Lorenzo), Valentina Romani (Blu) e da Leonardo Pazzagli (Antonio). Altri 300 ragazzi, di quelli incontrati nel corso dei provini, verranno coinvolti in alcune scene del film, principalmente in quelle che si svolgeranno nella scuola. 
Altri interpreti del film sono Simonetta Solder, Giorgio Marchesi, Susy Laude, Thomas Trabacchi, Laura Mazzi e Sergio Romano
Il film si avvale della fotografia di Luca Bigazzi, ed è prodotto da Indigo Film, Titanus, Lucky Red e Rai Cinema con la collaborazione della Film Commission del Friuli Venezia Giulia.
L'uscita nelle sale è previsto per il 2016 ad opera di Lucky Red Distribution
Per la Titanus si tratta del ritorno alla produzione cinematografica dopo 26 anni. Dichiara Guido Lombardo, presidente di Titanus: “tornare alla produzione cinematografica dopo 26 anni mi entusiasma ed emoziona ed affiancare Indigo Film in “UN BACIO” di Ivan Cotroneo sui giovani e sulla ricerca della loro felicità, mi fa tornare alla mente le produzioni Titanus del passato che hanno spesso affrontato temi importanti dando al pubblico un contributo di partecipazione e di impegno”.

20 aprile 2015

Fantastic Four (trailer)

Anche se non avete visto i primi tre, non avrete difficoltà a capire che questo "I fantastici Quattro" non sarà un capolavoro. Si tratta di un film sui famosi personaggi  Marvel ma non della Marvel Pictures, ma il trailer è comunque fatto secondo le rigide regole dei filmoni americani (panoramica aerea di New York e nero intermittente).
Nei cinema questa estate.

18 aprile 2015

Superman vs Batman: il bootleg trailer diventa ufficiale

Come per magia, il finto bootleg trailer di "Superman vs Batman" pubblicato ieri su youtube nella notte è diventato il trailer ufficiale della Warner Bros. Picture in anticipo rispetto alla data comunicata del 21 aprile. Allo stesso link, infatti, da oggi è possibile vedere il trailer ufficiale in Full HD. E noi ve lo riproponiamo.
Chissà quanti ne vedremo prima dell'uscita ufficiale stimata per il 25 marzo 2016.

17 aprile 2015

Il primo trailer ufficiale di "Superman vs Batman" in versione bootleg

di Francesco Esposito
Eccolo qua, l'atteso inevitabile bootleg (o screener) del primo teaser di "Superman vs Batman - Dawn of Justice!" Per la versione ufficiale online dovremo aspettare il 21 aprile, ma se non avete proprio pazienza e non vedete l'ora di vedere Batman-Affleck, questo strategico bootleg virale di provenienza (probabilmente) brasiliana può fare al caso vostro.

Secondo teaser italiano di Star Wars - Il risveglio della Forza

di Francesco Esposito
Eccolo qua, il secondo teaser del nuovo Star Wars firmato J.J. Abrams. Potremmo anche chiamarlo trailer, in fondo, visto che il 16 dicembre lo vedremo questo tanto discusso nuovo capitolo della saga di George Lucas.
Non vogliamo togliervi la sorpresa, ma sappiate che la tanto odiata spada laser stile accendigas c'è anche qua. Nel finale avrete invece l'evidenza che il tempo è passato. Bene, ma è passato.

15 aprile 2015

Il trailer ufficiale de "Il racconto dei racconti" di Matteo Garrone

E' online l'entusiasmante trailer ufficiale del nuovo capolavoro di Matteo Garrone. Sì, credo che di capolavoro si tratti, anche se... insomma... 'sto trailer americaneggiante un po' fa strano.
E' subito evidente l'ottimo lavoro del direttore della fotografia di Peter Suschitzky (in sostituzione del compianto Marco Onorato) e il l'utilizzo sapiente degli effetti speciali rari a vedersi così in produzioni italiane.
Il cast eccezionale, già in parte noto, annovera Salma Hayek, Vincent Cassel, Toby Jones, John C. Reilly e Alba Rohrwacher.

La giovinezza di Paolo Sorrentino passa anche il libreria.


A maggio sarà nelle sale il nuovo film di Paolo Sorrentino e quasi in contemporanea (21 maggio) la sceneggiatura, opera dello stesso regista, approderà in libreria pubblicato e distribuito da Rizzoli. "La giovinezza" è il terzo libro di Sorrentino, il primo però direttamente collegato ad una sua opera cinematografica. Il suo primo romanzo "Hanno tutti ragione" (Feltrinelli) è stato finalista al Premio Strega 2010 e ha venduto 120 mila copie.
Fred e Mick, due amici alla soglia degli ottanta, trascorrono una vacanza in un hotel di lusso sulle Alpi. Fred è un direttore d’orchestra in pensione, Mick un regista ancora in attività. Sanno che il loro futuro si va esaurendo e decidono di affrontarlo insieme. Guardano con tenerezza alla vita confusa dei loro figli, a quanti sembrano poter disporre di un tempo che a loro non è dato. E mentre Mick si affanna a concludere la sceneggiatura di quello che sarà il suo ultimo e più significativo film, Fred, che da anni ha rinunciato alla musica, non intende assolutamente tornare sui propri passi. Ma c’è chi vuole ad ogni costo vederlo dirigere ancora una volta e ascoltare le sue composizioni.


14 aprile 2015

Daredevil, la serie: la Gomorra dei cinecomics

di Ferdinando Carcavallo
Nel weekend sono stato a casa di un amico che vive vicino New York e ho visto su NetFlix le prime due puntate di Daredevil.
L'impressione, vi anticipo, è stata positiva, tanto che il prossimo weekend conto di tornarci per vedere le altre undici puntate. Sì, perché da quelle parti è così che fanno: le serie le buttano fuori tutte assieme e non una o due puntate per volta, così uno si organizza e se le vede quando vuole. Magari pure non in ordine, nessuno glielo impedisce.
Comunque io le prime due puntate di Daredevil le ho viste in ordine, sia chiaro.
Il mio rapporto con questo supereroe Marvel - devo dire - non è mai stato particolarmente forte. E' nota a tutti la differenza di atmosfera tra questo personaggio e tutti gli altri della sconfinata scuderia di Stan Lee. Matt Murdock è un uomo tormentato, senza paura (certo) ma anche senza molta verve. Non fa battute, non è un allegrone e nemmeno un sognatore. Matt Murdock è un uomo non vedente con un gran senso della giustizia ma anche della vendetta. 
Personalmente, dicevo, ho sempre tenuto Devil (come negli anni '70 l'Editoriale Corto decise di chiamarlo) abbastanza in disparte perché mi era fastidiosamente evidente la sua lontananza dal mondo adolescenziale che in quel periodo mi volevo godere.
Daredevil è sempre stato un fumetto per adulti, anche prima dell'arrivo di Frank Miller, e questa versione fiction è esattamente quello che Daredevil è sempre stato. Fumetto e serie sono quasi perfettamente sovrapponibili. La scelta degli interpreti è azzeccatissima, anche se l'arrivo di Rosario Dawson nel secondo episodio è il momento in cui la serie prende davvero il volo.

Non ci troverete nulla delle atmosfere marveliane viste al cinema (anche se siamo in perfetta sincronia spaziotemporale con Avengers) in quanto molto più vicina alle serie crime dei network americani, con un realismo che per i supereroi (a parte Birdman) è impensabile. 
Azzardando un paragone italiano, potremmo dire che "DareDevil" sta "Agents of S.H.I.E.L.D" come "Gomorra - La serie" sta a "Don Matteo".
Gli episodi sono autoconclusivi, anche se ovviamente c'è una metastoria che li attraversa tutti e in qualche modo i finali sono spiazzanti, proprio per la mancanza di effetto gancio (cliffanger) con l'episodio successivo. Probabilmente, come ha detto qualcuno, una serie che viene pubblicata tutta assieme non ha bisogno di questi giochetti narrativi.
Nel complesso, quindi, Daredevil mi ha fatto riscoprire il Devil fumetto. Forse dovevo solo diventare adulto per apprezzarlo in pieno.